Consilium audire sapientis est

Il regime forfettario del 2019

Lunedì 05/11/2018

a cura di AteneoWeb S.r.l.


La Bozza di Bilancio 2019 prevede delle modifiche importanti anche per quanto riguarda il regime forfettario previsto dalla Legge 190/2014.

In primo luogo viene innalzato a 65.000 euro il limite massimo di ricavi/compensi percepibili per poter usufruire del regime. Tale limite si applicherà a tutte le tipologie di attività, laddove nel sistema vigente si applicano limiti differenziati a seconda del codice ATECO dell'attività svolta.

Rimangono invece invariati i coefficienti di redditività utilizzati per calcolare l'imponibile da assoggettare all'imposta sostitutiva.

Nell'attuale versione della bozza è inoltre prevista la rimozione:
  • del limite alle spese per i dipendenti (attualmente fissata a 5.000 euro)
  • del limite del costo dei beni strumentali posseduti (attualmente fissato a 20.000 euro).
  • del limite di 30.000 euro per i redditi di lavoro dipendente o assimilato percepiti. Viene però prevista l'inapplicabilità del regime se i soggetti che hanno percepito tali redditi esercitano l'attività d'impresa o lavoro autonomo prevalentemente nei confronti dei datori di lavoro dei due anni precedenti (o nei confronti di soggetti ad essi direttamente o indirettamente riconducibili)
Le ultime news
Oggi
Gli interventi di recupero del patrimonio edilizio sono soggette ad importanti agevolazioni fiscali,...
 
Oggi
Con la risposta n. 154 del 22 maggio 2019 l'Agenzia delle Entrate ha chiarito che è possibile definire...
 
Oggi
Il MEF (Dipartimento delle Finanze), con decreto del 20 maggio 2019, ha istituito il "Forum nazionale...
 
altre notizie »
 

Studio Dott. Sergio Pintaldi

C.so V. Emanuele, 56 - 96012 Avola (SR)

Tel: 09311661841 - Fax: 0931209823

Email: infostudiopintaldi@libero.it

P.IVA: 01223350891