Consilium audire sapientis est

Il regime forfettario del 2019

Lunedì 05/11/2018

a cura di AteneoWeb S.r.l.


La Bozza di Bilancio 2019 prevede delle modifiche importanti anche per quanto riguarda il regime forfettario previsto dalla Legge 190/2014.

In primo luogo viene innalzato a 65.000 euro il limite massimo di ricavi/compensi percepibili per poter usufruire del regime. Tale limite si applicherà a tutte le tipologie di attività, laddove nel sistema vigente si applicano limiti differenziati a seconda del codice ATECO dell'attività svolta.

Rimangono invece invariati i coefficienti di redditività utilizzati per calcolare l'imponibile da assoggettare all'imposta sostitutiva.

Nell'attuale versione della bozza è inoltre prevista la rimozione:
  • del limite alle spese per i dipendenti (attualmente fissata a 5.000 euro)
  • del limite del costo dei beni strumentali posseduti (attualmente fissato a 20.000 euro).
  • del limite di 30.000 euro per i redditi di lavoro dipendente o assimilato percepiti. Viene però prevista l'inapplicabilità del regime se i soggetti che hanno percepito tali redditi esercitano l'attività d'impresa o lavoro autonomo prevalentemente nei confronti dei datori di lavoro dei due anni precedenti (o nei confronti di soggetti ad essi direttamente o indirettamente riconducibili)
Le ultime news
Oggi 06:00
Al fine di fruire delle agevolazioni fiscali per i contratti di locazione a canone concordato "non assistiti"...
 
Oggi 06:00
È reato la strumentalizzazione di negozi leciti allo scopo di far trovare solamente le pendenze tributarie...
 
Oggi 06:00
Nella risposta n. 107 del 12 dicembre 2018, fornita dall'Agenzia delle Entrate ad un'associazione tra...
 
altre notizie »
 

Studio Dott. Sergio Pintaldi

C.so V. Emanuele, 56 - 96012 Avola (SR)

Tel: 09311661841 - Fax: 0931209823

Email: infostudiopintaldi@libero.it

P.IVA: 01223350891